Vai al contenuto

Botta in testa bambino quando preoccuparsi

botta in testa bambino quando preoccuparsi

Botta in testa bambino quando preoccuparsi? Si tratta di un evento che quando capita crea sempre tanta ansia e apprensione nei genitori. Soprattutto quando si vede l’espressione del bambino improvvisamente cambiare e un urlo di dolore accompagnato da lacrime, mamma e papà vorrebbero fare subito qualcosa per dargli sollievo e capire quali saranno le conseguenze.

Se stai leggendo ora questo articolo ed il fatto è appena successo, cerca di mantenere la calma e fai un respiro profondo. Il più delle volte, infatti, i colpi alla testa associati alle cadute sono lievi e non richiedono cure mediche.

Ma quali sono i sintomi ai cui prestare particolare attenzione dopo un incidente del genere? Cosa fare dopo che il tuo bambino ha preso una botta in testa perché accidentalmente ha sbattuto contro un mobile nel muovere il suo primo passo o per altri incidenti domestici? Scoprilo qui di seguito.

botta in testa bambino quando preoccuparsi

Botta in testa bambino quando preoccuparsi e perché accade

Devi sapere che questi incidenti sono tra le lesioni più comuni che avvengono in relazione sia a neonati che bambini piccoli, ma quando è il caso di preoccuparsi seriamente per una botta in testa al tuo bambino?

Innanzitutto, se ti senti profondamente in colpa nonostante tutte le cure e le mille attenzioni che dedichi a tuo figlio, sappi che questi incidenti sono legati spesso alla fase di crescita e di sviluppo del bambino e non alle tue capacità genitoriali. Infatti, i bambini piccoli hanno bisogno di tempo per acquisire il giusto equilibrio, la loro forza fisica cambia continuamente e influisce inevitabilmente sulla loro stabilità come sulla loro capacità di coordinarsi.

Una semplice passeggiata può creare dei rischi nel momento in cui ad un certo punto la superficie è irregolare o attirati da qualcosa di particolarmente interessante iniziano ad aumentare il passo distratti.

Questi fattori, uniti alla naturale tendenza dei più piccoli di amare la scoperta e di arrampicarsi e saltare, sono una combinazione perfetta per creare una caduta o un piccolo incidente domestico in cui possano sbattere la testa. Quali sono le principali cause di botta in testa bambino di una anno o neonato? Scoprile qui di seguito.

Cause più frequenti botta in testa bambino un anno e neonati

Ecco le cause più frequenti di trauma cranico dovuto a botta in testa bambino di un anno e neonati:

  • scivolamento nella vasca da bagno durante il bagnetto;
  • caduta dal letto o dalla culla;
  • botta in testa bambino dopo essersi arrampicato su un mobile;
  • caduta dalle scale o gradini;
  • caduta dall’altalena di un parco giochi;
  • trauma cranico per caduta dal seggiolone;
  • il bambino inciampa su un oggetto che si trova sul pavimento.

Naturalmente, la gravità della lesione e del trauma è spesso relazionata all’altezza dal quale il bambino cade.

Botta in testa bambino quando preoccuparsi seriamente

In caso di botta in testa al bambino quando preoccuparsi seriamente? Fortunatamente, nella quasi totalità dei casi, la conseguenza è un semplice bernoccolo da tenere sotto controllo e da trattare subito con del ghiaccio.

Ad ogni modo, non possiamo nascondere che un trauma cranico è possibile, anche se è confortante sapere che secondo uno studio affidabile sulle conseguenze derivanti da cadute nei bambini piccoli, solo nel 2-3% dei casi provoca semplici fratture lineari del cranio e la maggior parte non causa problemi neurologici. Solo l’1% circa delle fratture craniche associate a cadute accidentali provoca danni cerebrali da moderati a gravi.

Dopo aver fatto queste precisazioni, è comunque ancora importante comprendere in caso di botta in testa al bambino sintomi gravi della lesione cerebrale traumatica, incluso eventuali commozioni cerebrali, che in genere si verificano entro 24-48 ore dall’incidente.

botta in testa bambino quando preoccuparsi

Botta in testa bambino sintomi

Se a seguito di una botta in testa il tuo bambino presenta anche uno solo di questi sintomi, sarebbe meglio rivolgersi immediatamente al Pronto Soccorso più vicino.

Come capire se una botta in testa è grave? Sintomi da non trascurare

  • sanguinamento continuo dalla ferita o taglio;
  • debolezza del cranio visibile o riconoscibile al tatto;
  • lividi o gonfiore eccessivo;
  • il bambino vomita, anche più di una volta;
  • perdita di conoscenza o insensibilità ai suoni e del tatto;
  • il bambino ha una strana sonnolenza e non riesce a rimanere vigile;
  • perdita di sangue dal naso o dalle orecchie;
  • respirazione affannosa;
  • convulsioni;
  • sospetto di lesioni o al collo o alla colonna vertebrale.

La nostra raccomandazione è quella di non temporeggiare in presenza anche solo di uno di questi sintomi, dato che le ripercussioni potrebbero essere molto serie.

Botta in testa bambino febbre

La febbre generalmente non rientra tra le conseguenze derivanti da botte in testa bambini e neonati. Se dovesse comparire, contatta il pediatra per una consulenza dato che potrebbe di pendere dalla presenza di infiammazioni o disturbi.

Botta in testa bambino quando preoccuparsi: tipologia di lesioni

Con l’espressione “trauma cranico” ci si riferisce a una vasta tipologia di lesioni, da un piccolo bernoccolo sulla fronte del bambino a una lesione cerebrale. Nella maggior parte dei casi le lesioni dovute a una botta in testa bambino rientrano nella categoria delle lesioni minori. Detto questo, cosa puoi fare per intervenire immediatamente nella maniera corretta e proteggere il tuo bimbo?

Cosa fare dopo botta in testa bambino

Quello che ti premerà di più in questo momento è capire subito cosa fare dopo un incidente del genere.

Innanzitutto, considera che la cute, il cuoio capelluto, è ricco di piccoli vasi sanguigni quindi può bastare un piccolo colpo o botta per causare una notevole perdita di sangue o un piccolo bozzo, che potrebbe indicare la presenza di un ematoma sottocutaneo. Ecco, quindi, alcuni passaggi da seguire:

  • potrebbe essere necessario intervenire subito con un panno freddo o con del ghiaccio, questo riduce la possibilità che si formi un ematoma;
  • se la ferita è di lieve entità, passa semplicemente un pezzo di garza dopo averla bagnata con un antisettico e comprimi con delicatezza l’area per circa 10 minuti. Se osservi che l’emorragia si interrompe, applica un cerotto;
  • nel caso in cui la ferita è profonda e non si ferma il sanguinamento, vai subito in ospedale;
  • osserva attentamente il bambino nelle 24-48 ore successive. Se l’infortunio si è verificato prima di andare a letto o del riposino pomeridiano e il piccolo si addormenta rapidamente, controlla più volte mentre dorme.

Cosa devo fare se mio figlio perde conoscenza dopo un trauma cranico?

Se il bambino perde conoscenza dopo un trauma cranico, non provare a spostarlo o a muoverlo, dato che potrebbero esserci delle lesioni al collo o alla colonna vertebrale. Chiama subito un’ambulanza.

Nel caso in cui il bambino vomiti o abbia delle convulsioni, giralo delicatamente sul fianco e fai in modo che la testa ed il collo rimangano dritti per evitare il soffocamento.

Botta in testa neonato 3 mesi cosa fare

E in caso di botta in testa neonato di 3 mesi cosa fare? Le indicazioni sono simili a quelle indicate prima, quindi cerca di calmarlo e di essere lucido. Nella maggior parte dei casi il bambino piange per il dolore o semplicemente per lo spavento. Applica del ghiaccio o una pezza ben fredda e tieni il bambino sotto attenta osservazione. Se il neonato è vigile e risponde agli stimoli, potrebbe essere un trauma cranico lieve e non aver bisogno di ulteriori accertamenti.

Non dare al bambino nulla da mangiare e dagli poca acqua per evitare che per l’agitazione possa vomitare. Fallo giocare per distrarlo dall’incidente e osserva se il piccolo reagisce o se ha problemi di equilibrio e appare confuso.

Altre cose da fare in fase di osservazione

Mentre osservi il bambino con attenzione per capire quali siano i sintomi, segui anche questi accorgimenti utili in caso di botta in testa bambini:

  • in presenza di un piccolo taglio o abrasione, igienizza la ferita e fasciala;
  • usa il ghiaccio sulla botta;
  • controlla la dilatazione della pupilla del bambino;
  • durante le 24-48 ore svegliati regolarmente di notte per controllare che il bambino stia bene;
  • se sei eccessivamente preoccupato, contatta il pediatra e chiedi delle linee guida specifiche.

bambino botta in testa

Bernoccolo in testa bimbo cosa fare

Se compare un bernoccolo in testa al bimbo cosa fare? Solitamente non richiede cure mediche, a patto che il bambino non avverta anche nausea, vomito difficoltà di movimento e dolore alla testa. In questi casi, la raccomandazione è quella di recarsi al Pronto Soccorso per un’ osservazione esperta. Laddove il trauma al cranio sia stato molto grave, è raccomandato in ogni caso rivolgersi all’ospedale per evitare ulteriori complicazioni.

Se si tratta di una contusione minore, stai tranquillo che si riassorbirà in modo del tutto naturale nel giro di qualche giorno. Fai degli impacchi con del ghiaccio della durata di almeno 15 minuti. Il freddo allevierà il dolore e impedirà la piccola emorragia che potrebbe insorgere. Puoi anche acquistare pomate per l’automedicazione perfette per agevolare il riassorbimento.

Indice: Botta in testa bambino quando preoccuparsi

Argomento: Botta in testa bambino quando preoccuparsi

  • botta in testa quando preoccuparsi
  • botta in testa bambino quando preoccuparsi
  • botta in testa
  • botta in testa bambino sintomi
  • botta in testa bambino

Correlati: Botta in testa bambino quando preoccuparsi

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.