Vai al contenuto

Uveite Oculare

infiammazione grave dell'occhio

Cos’è l’uveite oculare? Quali sono le cause e quali i sintomi? Come prevenirla e come trattarla nel modo più adeguato? Ora daremo gradualmente risposte a queste domande.

Innanzitutto, l’uveite viene definita come un’infiammazione a carico dell’uvea, una sottile membrana molto vascolarizzata posta tra la cornea e la sclera, formata da tre parti, denominate iride, corpo ciliare e coroide. Tra le cause possono esserci traumi e infezioni come malattie reumatiche e virali. Quando non si interviene tempestivamente, le conseguenze possono essere molto gravi, inclusi danni irreversibili.

Uveite oculare cos’è

Erroneamente l’uveite oculare viene utilizzata per indicare qualsiasi tipo di infiammazione a carico di altre strutture oculari, questo perché la stessa tende a espandersi, andando a interessare anche le altri parti dell’occhio. Questo non accade in tutti i casi.  

Importante: l’uveite deve essere riconosciuta e trattata rapidamente, perché può sfociare in complicanze estremamente gravi, basti pensare che circa il 10-15% dei pazienti affetti dalla malattia, diventa cieco.

Esistono diversi tipi di uveite, vediamo quali sono:

Ricordiamo sempre che, l’uveite tende a espandersi, coinvolgendo diverse strutture anatomiche.

Uveite: sintomi e segni

Per quanto riguarda il tema uveite sintomi e segni, bisogna riconoscere che un aspetto positivo è che i pazienti si insospettiscono già dai primi sintomi della presenza della malattia. L’occhio, infatti, diventa molto sensibile e intollerante alla luce, arrossato e la visione risulta annebbiata. 

Si possono percepire anche macchie davanti gli occhi, un sintomo piuttosto frequente che viene accusato dalla maggior parte dei pazienti affetti.

Spesso, l’uveite intermedia e posteriore non provoca alcun dolore oculare, mentre nell’uveite cronica, la malattia può perfino passare inosservata, in quanto non ci sono sintomi evidenti, ma anzi, ci si sente in buona salute, pur avendo una grave infiammazione oculare.

Uveite: cause e cure

Quali sono le cause dell’uveite? E come si può guarire?

Le cause dell’uveite sono svariate e spesso difficili da identificare. Includono: traumi, infezioni causate da agenti patogeni quali il bacillo della Tubercolosi, Citomegalovirus, Herpes virus, batteri, funghi, parassiti

Altre malattie di natura reumatologica o autoimmunitaria, come il morbo di Behcet, l’artrite reumatoide, la sarcoidosi, possono causare la reazione immunitaria che attiva il processo infiammatorio. Spesso tuttavia le cause della malattia non sono evidenti e si parla in questo caso di uveite idiopatica.

È stato scoperto che anche il fumo di sigaretta potrebbe aumentare il rischio di uveite, questo è dovuto al fatto che il fumo, altera e indebolisce l’efficienza del sistema immunitario.

Una volta scoperta la causa, si potrà trovare il trattamento adeguata per la cura della malattia, che può essere una terapia locale, tramite colliri, oppure sistemica, con farmaci per via orale o endovenosa.

Come prevenire l’uveite oculare?

L’unico modo per prevenire l’uveite oculare è sottoporsi regolarmente a controlli oculistici che permettano di diagnosticare precocemente il problema.

Esistono anche alcune norme igieniche basilari da seguire come lavare sempre le mani ed evitare di toccarsi gli occhi con le mani sporche, tanto più quando si usano le lenti a contatto. Queste ultime devono essere gettate a scadenza e utilizzate seguendo la routine di pulizia indicata.

Se si possiedono degli animali domestici, come gatti e cani, è necessario lavare spesso le mani e disinfettare qualsiasi graffio sulla pelle da loro causato.

L’uveite è contagiosa?

L’uveite è contagiosa quando è causata da un’infezione di origine batterica o virale. Infatti, potrebbe scatenarsi a motivo di agenti patogeni come il bacillo della Tubercolosi, funghi o alcune tipologie di parassiti, a causa dell’Herpes virus e del Citomegalovirus.

Negli altri casi, come quando all’origine c’è una patologia del sistema immunitario, l’uveite non è infettiva.

Uveite oculare: quando rivolgersi al medico?

Quali sono i segnali preoccupanti che dovrebbero spingerti a rivolgerti subito a un medico specialista? Prova a riflettere se nel tuo caso specifico sono presenti i seguenti:

  • Dolore oculare a uno o a entrambi gli occhi;
  • Rossore oculare;
  • Fotofobia: eccessiva sensibilità alla luce;
  • Presenza di corpi mobili vitreali: anche chiamati miodesopsie, sono degli oggetti scuri in movimento che sfuggono nel momento in cui proviamo e fissarli;
  • Abbassamento della vista;
  • Mal di testa costante;
  • Riduzione della visione perimetrale.

Soprattutto se hai riscontrato che nel tuo caso sono presenti più sintomi, dovresti immediatamente rivolgerti al medico.

Diagnosi

Una visita oculistica permette di definire una diagnosi accurata. Cosa dovrebbe includere?

  • Esame acuità visiva;
  • Misurazione della pressione dell’occhio;
  • Controllo dilatazione pupilla (fundus oculi in midriasi);
  • Esame del segmento anteriore del bulbo oculare.

Naturalmente, per identificare chiaramente le cause dell’uveite oculare, l’oculista potrebbe prescrivere degli esami di approfondimento come quelli del sangue o utilizzando specifici strumenti oculistici.

colliri e gocce per attenuare i sintomi
antibiotici e farmaci per i casi più gravi
chirurgia correttiva per curare l'uveite

Terapia uveite oculare

In cosa consiste la terapia per l’uveite oculare? La risposta dipende dalla tipologia e dalle cause che si nascondono dietro l’infiammazione. Infatti si può optare per una terapia sistemica con farmaci per via orale o endovenosa, oppure per una terapia localizzata con collirio.

Nel caso di uveite infettiva, la terapia è mirata a eliminare il microrganismo responsabile della malattia. Quindi è indispensabile intervenire attraverso antivirali, antibiotici, antimicotici.

Per l’uveite batterica, bisogna assumere degli antibiotici mentre nel caso di causa fungina, è necessario utilizzare degli antimicotici.

Esistono altri casi di uveite conseguente a malattie come toxoplasmosi e il medico curante raccomanderà degli antimalarici.

Nei casi più gravi, in particolar modo in presenza di glaucoma e cataratta, l’unica soluzione potrebbe essere l’intervento chirurgico.

Potrebbe interessarti anche l’articolo sull’ambliopia

Indice: Uveite Oculare

Argomento: Uveite Oculare

  • uveite si guarisce
  • uveite occhio umano
  • uveite si puo guarire
  • uveite sintomi e segni
  • uveite umana

Correlati: Uveite Oculare

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.