Elettrostimolazione

La fisioterapia e le moderne tecnologie estetiche hanno dichiarato una vera e propria guerra al dolore: l’obiettivo infatti, non è solo quello di garantire, un curato aspetto fisico ma anche la guarigione del paziente con il minor fastidio possibile.
L’elettrostimolazione terapeutica è un metodo fisioterapico attraverso un apposito strumento, volto proprio a stimolare le contrazioni muscolari, grazie a micro impulsi elettrici a bassa frequenza.
Principalmente l’elettrostimolazione è nata unicamente per scopi riabilitativi e fisioterapici, viene oggi anche utilizzata nel campo estetico e sportivo.
Si tratta di una pratica del tutto sicura e indolore, ma deve essere effettuata da uno specialista con apparecchiature e strumenti adeguati.
Le uniche controindicazioni sono l’intolleranza alla corrente elettrica e a disturbi neuropsichici, oltre che chi è portatore di pacemaker.
L’elettroterapia ha permesso di raggiungere ottimi risultati, diminuendo la quantità di farmaci somministrati ai pazienti per il trattamento del dolore.
Cerchiamo di capire perché l’elettrostimolazione può essere un prezioso alleato.

Elettrostimolazione estetico: benefici e svantaggi

elettrostimolatore wikipedia

L’elettrostimolazione terapeutica può essere efficacemente utilizzata per diversi scopi e si può indirizzare verso uno specifico obiettivo variando i parametri di impulso, frequenza, durata, intensità e latenza.
Grazie agli appositi adesivi, che sono una serie di elettrodi applicati sul corpo del paziente in prossimità dell’area o del gruppo muscolare da trattare, si riesce a stimolare la produzione di beta-endorfine grazie a impulsi a basso voltaggio.
L’elettrostimolatore sarà così in grado di generare dei veri e propri impulsi elettrici in grado di generare la stimolazione. L’elettrostimolatore estetico, viene utilizzato solitamente per dimagrire, rassodare e combattere l’inestetismo della cellulite, mentre in ambito sportivo viene spesso usata per migliorare il proprio tono muscolare e per completare la preparazione degli atleti.

Il problema è che non tutti possono sottoporsi a questo trattamento: l’elettrostimolazione terapeutica può infatti avere effetti indesiderati e pericolosi, in grado di comportare gravi problemi e controindicazioni in soggetti con patologie o situazioni particolari: come portatori di pacemaker, gestanti, pazienti affetti da neoplasie o epilessie.
Inoltre, viene sempre consigliato di non eccedere con il trattamento su chi ha problemi di fragilità capillare, così da non rischiarne la rottura.

Apparte questi casi particolari, nella maggior parte dei pazienti, apporta notevoli benefici, vediamo quali:

Tens Antalgico

Per TENS si intende letteralmente, TransCutaneous Electrical Nerve Stimulation (stimolazione elettrica nervosa transcutanea), una tecnica medica, utilizzata in modo particolare per controllare alcune condizioni dolorose acute o croniche.
La terapia consiste nell’applicazione sulla cute di lievi impulsi elettrici, che hanno lo scopo di attivare le fibre nervose riducendo così il dolore nella parte interessata.
La TENS viene principalmente utilizzata in diversi contesti clinici ed estetici; sia per il trattamento di dolore acuto e cronico e sia per elettrostimolazioni estetiche.
È stata valutata in specifici studi scientifici per i seguenti problemi di salute:

dolore
disturbi articolari
forza muscolare
dismenorrea
disturbi nervosi
malattie neurodegenerative
difficoltà respiratorie
depressione
cura degli inestetismi della cellulite
ADHD
fibromialgia
altre patologie a carico del sistema nervoso

Ovviamente, sia in ambito estetico che medico, sarà sempre opportuno consultare un medico prima di ricorrere al trattamento.

Elettrostimolazione: il mercato degli elettromedicali

Gli elettrostimolatori estetici e gli elettromedicali sono dei sistemi usati principalmente in ambito riabilitativo, sportivo e dell’estetica, ma sempre più spesso anche con l’obiettivo di tonificare e scolpire le gambe, glutei e addome.
Si tratta di apparecchi collegati a una presa di corrente, dotati di elettrodi da applicare su determinate zone, che utilizzano gli impulsi elettrici per stimolare la muscolatura corporea.
Proprio per questi motivi, quali sono i migliori elettrostimolatori estetici in commercio?
Vediamo alcuni modelli professionali, consigliati da preparatori atletici e fisioterapisti: prodotti di alta qualità, efficaci e volti proprio a migliorare lo stato della muscolatura e imperfezioni estetiche.
Tesmed è sicuramente fra i top di gamma, è pensato specificatamente per massaggi muscolari che tonificano ed eliminano le contratture.
Elettrostimolatore muscolare WeightWorld, in grado di adattarsi a ogni tipo di corporatura, progettato per tonificare e aumentare la massa muscolare.
Compex elettrostimolatore Fit 1.0 indicati non solo per sviluppare e scolpire la muscolatura ma anche per tonificare i punti critici e per ridurre il dolore muscolare.
Elettrostimolatore HOPOSO indicato per rilassare e tonificare i muscoli, è leggero e portatile e può essere comodamente utilizzato anche quando si è fuori casa.
Ovviamente esistono diversi modelli specifici per diverse parti del corpo, ad ogni modo prima di utilizzarli sarà necessario sempre rivolgersi al proprio medico curante!