proprietà benefiche della malva

Malva significa dolcezza e serenità, per questo, si caratterizza per le sue proprietà benefiche e curative, in grado di contrastare diversi malesseri e disturbi. 

La malva ha proprietà emollienti e antinfiammatorie e una delicata azione lassativa, utile per sfiammare il colon, depurare l’intestino e per regolarne le funzioni. 

La malva, nome scientifico Malva Sylvestris, è una pianta appartenente alla famiglia delle Malvaceae e originaria del Nord Africa

Il fusto può raggiungere fino ai 60-80 cm, è legnoso alla base e le foglie sono picciolate a 5-7 lobi, con margine dentato e ricoperto di peli. 

I fiori, che spuntano all’ascella delle foglie, sono di colore rosa-violaceo con bellissime strisce scure. 

Si tratta di una pianta molto comune e possibile reperire nei prati e nei luoghi di pianura e collina, cresce spontaneamente negli orti, nei prati e nei giardini. 

Scopriamo quali sono le sue proprietà benefiche.

La malva e le sue proprietà

I fiori e in modo particolare le foglie della malva, sono ricche di mucillagini, che le conferiscono proprietà emollienti e antinfiammatorie, per tutti i tessuti molli del corpo.

Grazie alle sue speciali proprietà, la malva agisce con i suoi principi attivi, rivestendo le mucose con uno strato viscoso, così da proteggerle da agenti irritanti. 

L’uso della malva, quindi, è indicato contro la tosse, nelle forme catarrali delle prime vie aeree, per idratare e sfiammare il colon, per depurare l’intestino dalle tossine e infine, per regolarne le funzioni, grazie alla sua delicata azione lassativa, dovuta alla capacità delle mucillagini di formare una sorta di gel, che agisce meccanicamente sulle feci, agevolando l’eliminazione. 

Il trattamento della stitichezza con le foglie della pianta, risulta naturale, non irritante e non violento, per cui è indicato anche in stato di gravidanza, per bambini e per anziani. 

Inoltre, la malva aiuta a guarire da vaginiti, faringiti e da tutte le irritazioni del cavo orale, come ascessi, gengiviti e stomatiti.

Quali sono gli effetti collaterali della malva?

La malva è un rimedio del tutto naturale, che ad oggi, non comporta nessun tipo di controindicazione, sempre se non se ne abusa o non si sia a conoscenza di eventuali intolleranze verso i principi costituenti.

Se assunta in grandi quantità può abbassare notevolmente la pressione, quindi è importante non abusarne mai.

Se invece, non si va incontro a intolleranze o abuso eccessivo, la malva è conosciuta e apprezzata e apporta notevoli benefici al nostro corpo sin dai tempi antichi, in quanto possiede virtù emollienti straordinarie.