Vai al contenuto

Come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe

come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe

Sai che circa 500 persone al giorno ricercano su Google come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe? Quindi, come te, anche tante altre donne vogliono capire come sbarazzarsi di questo senso di pesantezza e gonfiore, soprattutto nel periodo estivo. Parliamo di un problema tipicamente femminile dato che sono principalmente le donne ad esserne colpite, ma gli uomini non ne sono esenti e di qualsiasi età.

Tra le cause principali possono esserci patologie di tipo cardiaco o renale, infiammazioni e allergie ma, nella maggior parte dei casi, si nasconde uno stile di vita poco corretto. Così, i liquidi vengono trattenuti nel corpo, specialmente a livello addominale, dei glutei e delle cosce.

Vogliamo illustrarti, oltre i rimedi contro la ritenzione idrica alle gambe quali sono le cause, i sintomi, gli esercizi e la dieta per combattere il problema. Ti aiuteremo, inoltre, a capire quando il disturbo non è solo di carattere estetico e richiede necessariamente il parere di un medico.

Come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe: le cause

Prima di capire come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe concentriamoci sulle principali cause alla base del problema.

Naturalmente, fattori come il caldo, la gravidanza, il ciclo mestruale, l’assunzione di alcuni farmaci o della pillola anticoncezionale, passare molto tempo in piedi rientrano tra le cause di ritenzione idrica nelle gambe. Anche se spesso, le cause principali vanno ricercate nei seguenti fattori:

  • alimentazione non equilibrata, spesso ricca di cibi salati o che contengono caffeina;
  • malfunzionamento della circolazione sanguigna e linfatica;
  • trattamenti farmacologici prolungati.

Ritenzione idrica gambe cause patologiche

Ecco altre cause di ritenzione idrica alle gambe da ricercare in alcune patologie importanti presenti:

  • disfunzioni ai reni;
  • problemi cardiovascolari;
  • disturbi del fegato;
  • ipertensione arteriosa;
  • disfunzioni della vescica;
  • insulinoresistenza.

Altri fattori che possono incidere sulla predisposizione all’intolleranza idrica delle gambe sono:

  • fumo e abuso di alcolici;
  • intolleranza al lattosio;
  • sovrappeso;
  • sedentarietà;
  • abbigliamento eccessivamente attillato e tacchi alti;
  • gravidanza;
  • alterazioni ormonali.

Come potrai immaginare, intervenendo specialmente su questi ultimi fattori e su scorrette abitudini alimentari, i miglioramenti possono essere notevoli.

ritenzione idrica gambe cause

Come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe sintomi

Facciamo una veloce rassegna dei principali sintomi di ritenzione idrica nelle gambe:

  • gonfiore alle gambe, ma soprattutto a caviglie e ai piedi. Può essere causato sia da un accumulo di liquidi che da infiammazioni articolari o dei tessuti. In alcuni casi, il gonfiore può influire in modo significativo sul peso corporeo. Per scoprire se la sua causa sia correlata alla ritenzione idrica, ci si può rivolgere al “segno della fovea”; bisogna premere con i polpastrelli la zona interessata dal gonfiore. Se il segno lasciato sulla pelle rimane per alcuni minuti, questo indica che i liquidi presenti sono realmente eccessivi. Ado ogni modo, lascia che sia un medico a fare una diagnosi;
  • nei casi più seri, la sintomatologia può includere anche una ridotta mobilità, soprattutto quando ad essere interessate sono le caviglie.

Alimenti contro la ritenzione idrica nelle gambe

Esistono degli alimenti contro la ritenzione idrica nelle gambe? Ebbene sì, la dieta ha un ruolo fondamentale e ti indichiamo qui di seguito alcuni consigli pratici da seguire costantemente per vedere i risultati:

  • scegli alimenti che facilitano la diuresi: finocchi, carciofi, zucchine e frutta come fragole, pesche, ananas e melone;
  • includi nella tua dieta contro la ritenzione idrica sulle gambe anche frutti di bosco e mirtilli, importanti per una corretta circolazione sanguigna;
  • mangia regolarmente frutta e verdura particolarmente ricca di sali minerali, magnesio e potassio;
  • riduci al minimo il consumo di zucchero, evitando anche le bibite gasate e dolci;
  • non eliminare del tutto i carboidrati ma mangiali con equilibrio;
  • assicurati di introdurre il giusto apporto di proteine, sia animali che vegetali;
  • riduci anche l’uso di sale, cercando di evitare di aggiungerlo a crudo sulle pietanze.

Chi soffre di ritenzione idrica deve bere?

Assolutamente sì, chi soffre di ritenzione idrica deve bere molta acqua. Anche se sembra paradossale, l’acqua favorisce l’eliminazione dei liquidi corporei in eccesso. Introduci liquidi a sufficienza mangiando varie porzioni di frutta e verdura di stagione nella tua dieta.

come eliminare la ritenzione idrica alle gambe

Tisane per ritenzione idrica

Oltre a bere molta acqua, puoi combattere la ritenzione idrica sulle cosce e gambe anche assumendo quotidianamente delle tisane. Tra le tisane per ritenzione idrica che possono maggiormente aiutarti ti indichiamo le seguenti:

  • tisana drenante al tarassaco o all’ortica;
  • tisane al finocchio e alla betulla;
  • tisana con equiseto e ippocastano.

Ritenzione idrica gambe rimedi naturali

Tra i più efficaci rimedi naturali per la ritenzione idrica alle gambe ci sono quelli fitoterapici, dato che molte piante hanno proprietà diuretiche e drenanti. Eccone alcune:

  • Tarassaco: grazie alle sue proprietà “disintossicanti”, drenanti e diuretiche, il tarassaco (Taraxacum officinale) viene usato da secoli nella medicina tradizionale orientale. Agisce migliorando il flusso del fluido linfatico e facilita l’eliminazione del liquidi. Inoltre, alcune ricerche hanno mostrato che il tarassaco protegge il fegato e agisce in modo che aumenti la secrezione di succhi gastrici e pancreatici come la bile, agevolando conseguentemente il transito intestinale, così da accelerare efficacemente l’escrezione delle tossine;
  • Bardana: questa pianta puù aiutare chi soffre di ipercolesterolemia, come nei soggetti con ipertrigliceridemia e calcoli biliari. Si tratta di un rimedio naturale ugualmente utile per l’obesità e la depurazione dell’organismo. Infatti, in fitoterapia è raccomandata anche per la disintossicazione dell’intestino e del fegato, come della pelle;
  • Tè verde: un vero elisir per la ritenzione idrica delle gambe. Favorisce lo spostamento dei grassi che si trovano nel tessuto adiposo per l’utilizzo a fine energetico;
  • Asparago: favorisce naturalmente la diuresi grazie al fatto che contiene abbondantemente potassio e pochissimo sodio. Ottimo per combattere la cellulite. Infatti, possiede un composto capace di rinforzare le pareti di ogni vaso sanguigno al fine di diminuire la fragilità stessa dei capillari.

Esercizi per ritenzione idrica gambe

Quali sono gli esercizi per ritenzione idrica gambe da svolgere quotidianamente? Se hai le energie ed il tempo per farlo, praticare sport come il nuoto, il pilates o la bicicletta può dare benefici tangibili, anche in breve tempo.

In casa, puoi sempre usare una cyclette e tapis roulant e svolgere esercizi di stretching e allungamenti delle gambe. Stendile verso l’alto in modo poggiandole al muro, in modo che venga ripristinata la circolazione. Se non ami troppo l’attività fisica e fare esercizi in casa, una buona soluzione è quella di fare almeno una passeggiata quotidiana a ritmo sostenuto.

Alcuni esercizi facili da svolgere comodamente a casa per drenare le gambe sono gli affondi, sia frontali che laterali, e gli squat. In particolare questi ultimi, fatti con le gambe divaricate e scendendo e risalendo con i glutei, tenendo la schiena dritta, sono molto efficaci per contrastare la cellulite. Fai almeno 3 serie al giorno, 15 squat per serie.

Potresti anche sottoporti a dei massaggi linfodrenanti effettuati da fisioterapisti esperti, in grado di diminuire i ristagni di linfa, o in ambito estetico come trattamento rilassante e anticellulite.

ritenzione idrica gambe rimedi

Come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe rivolgendosi al medico

A volte, per eliminare la ritenzione idrica nelle gambe può rivelarsi necessario rivolgersi a un medico. Perché? Se avverti gonfiore alle gambe (soprattutto caviglie e polpacci) dopo essere stata tutto il giorno in piedi o in una determinata posizione come seduta per lavoro o in viaggio, può essere solo normale questa condizione. Tanto più se sei in sovrappeso, in gravidanza o in stato di salute non ottimale, i sintomi potrebbero essere amplificati.

Con una notte di buon riposo, al mattino dovresti avvertire che le gambe siano più leggere e sgonfie. Ma che dire se questo non succede?

Proprio in questo caso sarebbe appropriato parlarne con il tuo medico, dato che potrebbe esserci qualche controllo specifico da fare.

Quando rivolgersi al Pronto Soccorso

Potresti anche valutare di farti accompagnare al Pronto Soccorso se il gonfiore delle gambe è in concomitanza di altri disturbi come i seguenti:

  • difficoltà respiratoria, non solo in posizione eretta ma anche da sdraiata;
  • dolore al petto;
  • giramenti e sensazione di svenimento;
  • tosse con espettorato con sangue.

Non temporeggiare nel caso si verifichi anche uno di questi sintomi e gonfiore alle gambe dato che potrebbe indicare la presenza di trombosi venosa profonda con conseguente embolia polmonare. Non vogliamo spaventarti, ma incoraggiarti a prestare assolutamente attenzione.

Un’altra condizione da non sottovalutare è quando il gonfiore riguarda solo un arto, oppure si sviluppa a seguito di una caduta o di un trauma. Anche in questo caso bisogna rivolgersi immediatamente all’ospedale più vicino.

Quale medico devo consultare per la ritenzione idrica alle gambe?

Esiste più di uno specialista al quale devi rivolgerti per il problema della ritenzione idrica alle gambe: il nefrologo ma potrebbe essere necessario anche il cardiologo o il gastroenterologo. Se sussistono problemi di microcircolazione localizzati potresti anche contattare l’angiologo.

Come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe: ultimi consigli

Speriamo davvero che tu possa iniziare a seguire i consigli che abbiamo condiviso in questo articolo, anche se abbiamo qualche ultima raccomandazione su come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe:

  • per facilitare la circolazione, solleva la parte finale del materasso sulla quale appoggi le gambe, così che le stesse rimangano leggermente sollevate;
  • utilizza delle calze elastiche nel caso in cui il medico ti abbia confermato la presenza di un’insufficienza venosa in stadio iniziale;
  • non rimanere troppo a lungo seduta o in piedi. Cambia spesso posizione e muoviti regolarmente quando sei in piedi;
  • non indossare indumenti che stringono eccessivamente sulla vita.

Indice: Come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe

Argomento: Come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe

  • come drenare le gambe
  • come eliminare la ritenzione idrica delle gambe
  • ritenzione idrica gambe rimedi
  • ritenzione idrica gambe

Correlati: Come eliminare la ritenzione idrica nelle gambe

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.