Betulla: Proprietà e Benefici

dalla ninfa della betulla si ricavano notevoli benefici per la salute

La betulla vanta numerose proprietà e benefici, viene usata principalmente contro la ritenzione idrica, come drenante e diuretico, nonché conosciuta anche per le sue virtù depurative.

Si tratta di una pianta arborea che riesce a raggiungere altezze imponenti, presenta una chioma rada e leggera, espansa in verticale, con i rami terminali ricadenti. 

Il tronco è snello, se non troppo vecchio, presenta una scorza bianca e sottile, le foglie si presentano triangolari, picciolate, di colore verde chiaro sopra e sotto. 

La betulla è originaria dell’Europa e dell’Asia settentrionale, in Italia è più frequente sulle Alpi, dove a volte addirittura forma dei veri e propri boschi fitti.

La pianta era conosciuta e apprezzata fin dai popoli slavi, che veniva considerata come simbolo tutelare e associata alla leggenda delle bellissime ninfe degli stagni e dei laghi. 

La betulla è anche l’albero sacro per eccellenza delle popolazioni siberiane presso le quali riveste tutte le funzioni dell’Axis Mundi, pilastro cosmico.

Già nel Medioevo l’acqua di betulla era molto nota per la sua proprietà di disgregare i calcoli urinari, e per questo fu proclamata “La pianta renale d’Europa“.

Betulla e le sue proprietà curative

Ma quali sono effettivamente queste proprietà benefiche e curative?

Della betulla in fitoterapia, si utilizzano principalmente due specie: la betulla verrucosa e pelosa.

Le proprietà benefiche sono racchiuse principalmente nelle foglie, nella corteccia, nella linfa e nei germogli.

La pianta contiene flavonoidi, oli essenziali, vitamina C, alte concentrazioni di potassio e acido betulinico, ossidi sesquiterpenici, tannini, clorogenico e resine.

con la betulla riesci a eliminare la ritenzione idrica da gambe e glutei
fai delle tisane di betulla per dimagrire
creme per il corpo all'estratto di betulla per drenare l'organismo

L’azione depurativa è coadiuvata da quella diuretica. L’incremento di emissione di urina facilita l’eliminazione dell’acqua e delle sostanze in eccesso, accumulate nell’organismo, come il colesterolo e gli acidi urici che provocano reumatismi e gotta.

Per questo motivo la betulla è impiegata nella cura dell’ipertensione e della ritenzione idrica. L’effetto diuretico agisce anche in maniera preventiva rispetto alla formazione di renella e diventa una sorta di “lavaggio” antisettico nelle affezioni delle vie urinarie, come la cistite.

La pianta inoltre è uno dei rimedi elettivi nella cura della cellulite, in quanto  aiuta l’eliminazione e la scomparsa dei noduli fibroconnettivali, caratteristici di questo inestetismo cutaneo.

La proprietà detossinante è rivolta al nostro sistema linfatico che utilizza la potente azione drenante della linfa dell’albero, per depurare l’organismo da tossine in eccesso, che trattengono i liquidi: cure farmacologiche, terapie cortisoniche o ormonali, iperuricemia e ipercolesterolemia. 

Sicuramente, il miglior trattamento terapeutico della linfa di betulla è quello riguardante il trattamento della cellulite, perché riduce la componente dolorosa ed elimina i liquidi ristagnanti nei tessuti. 

Betulla e controindicazioni

Ovviamente, pur essendo una pianta, la betulla può avere degli effetti collaterali, quali sono?

Non utilizzare la ninfa o l’estratto di betulla se allergici ai pollini o al sedano, consultare il medico se si fanno uso di farmaci anticoagulanti, barbiturici, ipotensivi o in generale, se si segue una cura farmacologica.

Si sconsiglia l’uso della betulla in caso di gravidanza o allattamento, per evitare possibili reazioni allergiche nel bimbo. 

Infine, evitare di assumere la betulla in caso di allergia ai salicilati.