Vai al contenuto

Sindrome di Gilbert dieta

sindrome di gilbert dieta

Sindrome di Gilbert dieta forse sono le parole che hai appena cercato su Google dopo aver scoperto che tu o un tuo familiare soffrite di questo affaticamento metabolico del fegato. Colpisce spesso adulti e adolescenti di sesso maschile anche se le donne, in minor percentuale, non sono escluse.

Probabilmente il medico vi avrà rassicurato spiegandovi la Sindrome di Gilbert cos’è e quanto sia un problema diffuso. In sintesi, non si tratta di quella che può definirsi una patologia ma di una condizione del fegato con una capacità ridotta di metabolizzare la bilirubina, che entra in circolo in quantità maggiori. Ecco perché molto spesso, oltre a leggeri sintomi come stanchezza, dolori addominali e diminuzione dell’appetito, potrebbe essere visibile una colorazione giallastra delle sclere oculari. Anche Sindrome di Gilbert e depressione sono a volte collegati.

In caso di Sindrome di Gilbert cosa mangiare per alleviare i sintomi? Ti farà piacere sapere che con un’alimentazione sana e adeguata si può far scendere la bilirubina e far rientrare i valori nella norma.

sindrome di gilbert dieta

Sindrome di Gilbert dieta: i punti cardine

Quando si parla di Sindrome di Gilbert dieta e nuove abitudini alimentari possono essere fondamentali per contrastare l’aumento di bilirubina. Ecco alcuni punti cardine che vogliamo subito condividere con te:

  • Fondamentale è evitare i digiuni. Infatti, quando si saltano i pasti oppure si seguono diete molto rigide, spesso ipocaloriche, il risultato è che la bilirubina aumenta notevolmente. Quindi, elimina la parola digiuno dal tuo vocabolario;
  • Il tuo corpo ha bisogno costante di ricavare energia dagli zuccheri. In sostanza questo cosa significa? Che devi assicurarti di includere carboidrati in ogni pasto, sicuramente tramite porzioni di frutta ma non escludendo anche cereali, pasta e pane;
  • La dieta per Sindrome di Gilbert deve conseguire l’obiettivo di stimolare sì la produzione di bile ma poi deve agevolarne la corretta fuoriuscita.

Sindrome di Gilbert alimentazione corretta

Scopriamo ora in caso di Sindrome di Gilbert alimentazione corretta e cibi da evitare.

Carne e pesce

Carne e pesce forniscono al fegato delle proteine preziose ma nella dieta per Sindrome di Gilbert è meglio mangiarli a pranzo evitando una digestione più difficoltosa in fase serale. Indicati sono i pesci non grassi, come ad esempio la spigola, la sogliola ed il branzino.

Per quanto riguarda la carne, sarebbe meglio limitare il consumo di quella rossa, come una bistecca di maiale per intenderci. Mangia liberamente carni bianche come pollo, tacchino e coniglio.

Altre proteine indicate da includere regolarmente nell’alimentazione sono quelle delle uova.

Carboidrati

Sfatiamo il mito di evitare di mangiare i carboidrati di sera. Tanto più in questo caso in cui durante la notte si mettono in moto tutti i processi di riparazione del fegato, il consiglio è proprio quello di includere nella cena riso, cereali o patate.

Frutta e verdura

La raccomandazione è di includere nell’alimentazione per Sindrome di Gilbert più porzioni sia di frutta che di verdura al giorno, soprattutto fresca e di stagione, oltre ai legumi.

In particolar modo bisognerebbe mangiare carote, spinaci, cavolfiori e barbabietole, cicorie, cardo mariano, carciofi e tarassaco. Per quanto riguarda la frutta, invece, prediligi banane, mele, pere, arance e qualche porzione di frutta secca (noci, pinoli, mandorle).

Condimenti

Sfrutta le proprietà dell’Olio EVO (Extravergine di Oliva)! Specialmente crudo, ma anche cotto, agevola la funzione della colecisti per immettere più facilmente la bile nel duodeno.

sindrome di gilbert dieta

Sindrome di Gilbert cibi da evitare

In presenza della Sindrome di Gilbert i cibi da evitare per evitare di affaticare il fegato non sono molti ma bisogna prestare particolare attenzione agli eccessi alimentari. Di cosa stiamo parlando? Dovrebbe escludere dalla propria dieta:

  • acqua fluorurata (controllare l’etichetta per verificare che il tasso di fluoro non sia elevato) ;
  • alcolici (evitare abuso);
  • snack salati;
  • fritture;
  • dolciumi e caramelle;
  • bibite gassate
  • integratori proteici.

Sindrome Gilbert alcool

Che dire di Sindrome Gilbert e alcool? Puoi assumerlo? In questo caso non esistono indicazioni in base alle quali dovresti eliminare completamente le bibite alcoliche dalla tua dieta. Come sempre, il successo sta nell’equilibrio, quindi evita gli eccessi di alcool.

Inoltre ricorda che, in ogni caso, le sostanze alcoliche facilitano la disidratazione dell’organismo, fattore negativo in generale per la salute del tuo organismo, ancora di più se soffri di questa sindrome.

Sindrome di Gilbert dieta in sintesi

In sintesi, ti sarà chiaro che per un soggetto con la Sindrome di Gilbert dieta e uno stile di vita sano sono indispensabili. Oltre alle indicazioni su cosa mangiare condivise prima, vorremmo darti qualche ultima raccomandazione che può esserti utile:

  • allontana tutte le fonti di stress, limitando anche il tempo che dedichi all’uso di dispositivi elettronici e Social Network;
  • evita la disidratazione, quindi cerca di bere almeno 6-8 bicchieri di acqua al giorno;
  • fai dell’attività fisica costante che ti piaccia e ti aiuti a scaricare lo stress;
  • passa del tempo regolarmente all’aria aperta e goditi la natura.

Oltre alla dieta, sicuramente troverai numerosi benefici anche mettendo in pratica nella vita di ogni giorno queste semplici ma utili raccomandazioni.

Indice: Sindrome di Gilbert dieta

Argomento: Sindrome di Gilbert dieta

  • malattia di gilbert cosa mangiare
  • morbo di gilbert cosa mangiare
  • alimentazione per sindrome di gilbert
  • sindrome di gilbert cibi da evitare
  • dieta sindrome di gilbert

Correlati: Sindrome di Gilbert dieta

Vuoi ricevere le novità del settore?
Per maggiori informazioni sul trattamento dati personali ti invitiamo a consultare la nostra Privacy.